Come fare una buona lettera motivazionale?

Domanda:
Devo trovare lavoro e sto inviando parecchi C.V. in giro.
Solitamente li faccio precedere da due righe di presentazione, ma tutti mi dicono che devo scrivere anche una lettera motivazionale.
Come redigerla efficacemente in modo che non sia una ripetizione del curriculum?
S.L.

Risposta:
Innanzitutto non deve essere una ripetizione, né una sintesi del CV.  Inoltre, ogni lettera di presentazione o motivazionale, comunque la si voglia chiamare, dovrà essere mirata all’azienda o società a cui si invia.
Si deve capire che chi la invia si è informato sull’azienda e/o sulla posizione, quindi che il suo interesse nel proporsi è reale e preciso.
Alcune linee generali da seguire che vanno bene sempre:
  1. Mettere e controllare bene i dati del mittente;
  2. Indicare, dove sia possibile reperirlo, un destinatario preciso (il responsabile del personale, ecc.);
  3. Scrivere chi siamo e per cosa ci stiamo proponendo;
  4. La motivazione del perché ci si propone e perché potreste risultare interessanti per l’azienda;
  5. Ringraziamenti per l’attenzione e saluti;
  6. Luogo, data, ora aggiornati (guai dare l’impressione di un copia / incolla);
  7. Ricordare sempre il consenso ai dati personali;
  8. Tutto ciò che riguarda i contenuti descrittivi e motivazionali, deve essere breve e di immediata comprensione.
L’obiettivo è colpire l’attenzione di chi legge in pochi secondi per ottenere un colloquio, sarà quello il luogo per approfondire meglio e farsi conoscere.